Home / MODA / Cinema e moda: i personaggi del grande schermo più stilosi di tutti i tempi

Cinema e moda: i personaggi del grande schermo più stilosi di tutti i tempi

Lasciatevi ispirare e fate vostro uno dei look dei protagonisti più iconici della storia del cinema.

Chiunque finisca sul grande schermo, con un’illuminazione professionale e qualcuno che lo vesta, è destinato logicamente ad avere un aspetto invidiabile e migliore di quello del ragazzo medio che potrete incontrare per strada. Tuttavia, non tutti i personaggi del cinema passano alla storia come fonte di ispirazione per quanto riguarda bellezza e stile. Alcuni però si assicurano un posto d’onore nel pantheon delle icone di stile immortali. In fondo, ciò dipende da cosa indossano e come. Marlon Brando ha conquistato la gloria con una t-shirt bianca, James Bond è divenuto sinonimo di smoking. Cosa ne sarebbe stato di Ryan Gosling senza l’indimenticabile giacca indossata in Drive?

Noi di Verve abbiamo messo da parte i popcorn per presentarvi i personaggi cinematografici più alla moda nella storia del cinema. Eccovi i look del grande schermo degni della medaglia d’oro con le regole di stile che dovreste adottare per il vostro guardaroba.

Dickie Greenleaf – Il talento di Mr Ripley

L’edonista playboy interpretato da Jude Law nell’elegante thriller di Anthony Minguella sfoggia esattamente il look che tutti vorremmo adottare per la calda stagione.

Da notare che non esagera mai col colore, nemmeno in estate. I suoi look sono sempre dalle tonalità attenuate ma finiti da piccoli dettagli vivaci. In più, come per magia, sulle sue camicie non vedrete mai materializzarsi il test di Rorschach a causa del sudore. Uno stile che sa di cashmere, colonia per uomo e sole accecante di Ischia.

Fashion tips: Dickie rende il look da spiaggia assolutamente eccezionale, abbinando shorts sartoriali con camicie classiche (NB: non t-shirt). In questo modo appare rilassato ma elegante.

Jim Stark – Gioventù bruciata

Quando si pensa a James Dean, questo è il personaggio che viene immediatamente in mente.

Come un adolescente arrabbiato e frustrato alla ricerca di qualcosa contro cui ribellarsi, Dean indossa l’iconico outfit che combina blue jeans con risvolto sul fondo, t-shirt bianca e giacca Harrington rossa. Direttamente dal cinema, l’archetipo del look americano per eccellenza.

Fashion tips: non copiate  esattamente il look, in modo da scongiurare dunque l’effetto “festa in maschera”. Mantenete pure la combinazione blue jeans – t-shirt bianca e optate per una giacca che faccia la differenza e sia protagonista. Mettete su un bomber di un colore sorprendente o a fantasia e anche l’outfit più anonimo diventerà speciale.

 

James Bond

Quando si parla di stile sul grande schermo, Bond appare quasi una proposta ovvia. Nella lista dei personaggi del cinema che hanno dettato tendenze senza tempo, non solo non poteva mancare la spia più affascinante di sempre, ma ci sentiamo in dovere di collocarla fra le posizioni in vetta.

Qualunque cosa indossi col passare degli anni, il personaggio più famoso ideato dalla penna di Ian Fleming la eleva a indiscussa fonte di ispirazione di stile. I completi sfoggiati da Sean Connery di perfetto gusto anni Sessanta prevedono giacche dalla linea non troppo aderente, un po’ superati dagli standard moderni. Daniel Craig con il suo look firmato Tom Ford, d’altro canto, indossa completi che sembrano accarezzare il corpo come una seconda pelle. Lo smoking e la cravatta nera sono dei fondamentali classici, ma ciò non significa che possano combinarsi con le tendenze di stagione.

Fashion tips: quando si tratta di qualcosa di semplice come un completo da sera, concentrate tutte le attenzioni sui dettagli. Saranno questi, infatti, a fare la differenza e a evitarvi un look troppo noioso e scontato.

Julian – American Gigolo

Un giovane Richard Gere nelle vesti di un prostituto in questo cult degli anni ’80. Vesti firmate Giorgio Armani.

Il mix tra sartoria classica Made in Italy e vistosità tutta americana creano un look che è la perfetta espressione estetica di un’era.

Ogni capo d’abbigliamento che compare in questo classico della storia del cinema spicca in modo esplosivo, eppure Gere indossa tutto con sicurezza e fare spavaldo. Nulla lo oscura.

Fashion tips: mantenete il guardaroba su toni abbastanza neutri. Julian raramente si abbandona al colore, ciò rende meno eccessiva la sua scelta di forme e linee audaci.

 

Marcello Rubini – La Dolce Vita

Completi da uomo rigorosamente neri e una sigaretta tenuta con nonchalance tra le labbra.

Un’icona del cinema tutta italiana. Non v’è nulla di insolito che Marcello Mastroianni indossi in questa pellicola che, dopo più di mezzo secolo, continua ad incantare il mondo intero, ma lo fa con un’allure che tutti noi invidiamo.

Fashion tips: tutto abbastanza basico, ma assicurati di acquistare qualche completo scuro da uomo abbastanza confortevole da concedervi di muovervi comodamente e andare ovunque la notte vi porti. Anche dentro una fontana, magari!

John Robie – Caccia al ladro

Cary Grant ha sempre indossato magistralmente completi eleganti, ma in questo sexy thriller di Alfred Hitchcock lo vediamo confrontarsi con uno stile più casual.

Talvolta è abbastanza rilassante concedersi una team-jacket strutturata con pantaloni dalla vestibilità comoda e una t-shirt a maniche lunghe.

Il cinema, in questo caso, ci insegna che “in vacanza sì, ma mantenendo alti gli standard di stile”.

Fashion tips: avete abbastanza confidenza con cravatte e foulard intorno al collo? Che si tratti di ascot, foulard annodati e cravatte, Robie ne indossa sempre indistintamente con camicie e con t-shirt. L’impresa è ardua ma, se riuscite nell’intento, il risultato è mozzafiato.

Pilota – Drive

Se intendiamo imparare qualcosa da Ryan Gosling in Drive, la lezione è una sola: cadere a pennello.

A parte quella giacca di raso con lo scorpione ricamato, ciò che indossa è un qualcosa di cui tutti noi abbiamo un esemplare nell’armadio.

Jeans e t-shirt, ma sfruttati nel loro massimo potenziale scegliendo accuratamente modelli e linee. La giacca è il vero focus di questo stile carismatico.

Fashion tips: una maglia Henley bianca è più interessante di una semplice t-shirt. Non tenete tutti i bottoni chiusi, ma lasciatene uno o due aperti per un’aria disinvolta.

Michel Poiccard – Fino all’ultimo respiro

Jean Paul Belmondo nei panni di Michel ha quell’aria da papà.

Ama indossare blazer, camicia, cravatta e fedora, ma il vero tocco di stile è tutto nell’atteggiamento! Tutto è indossato con un’attitude casual, come se si trattasse di jeans e t-shirt.

La sua giacca è troppo grande, la camicia mal si abbina alla cravatta, la quale inoltre è troppo corta. Ma il suo comportamento dice: “Sono felice, e credo di avere un aspetto grandioso!”, ed effettivamente è proprio così.

Fashion tips: la consapevolezza dell’aver “rubato” lo stile altrui, spesso distrugge quella disinvoltura che fa funzionare bene l’originale. La cravatta sottile è il pezzo-chiave di questo look. Non indossatela solo in occasioni formali, ma imparate a sfoggiarla anche nel tempo libero, magari in cotone o lavorata a maglia. Lasciate pure aperto il primo bottone, vi conferirà un che di intrigante.

George Falconer – A Single Man

Ovviamente, non poteva mancare all’appello il protagonista del film che rappresenta l’esordio di Tom Ford al cinema. Dalle passerelle alla regia, il risultato non poteva che essere sensazionale.

La storia di un uomo che vive il lutto per la morte prematura del proprio amante negli Stati Uniti degli anni Sessanta. Vediamo dunque un Colin Firth in completo nero, camicia bianca e cravatta sottile nera. Gli occhiali da vista del protagonista sono un tocco di stile irrinunciabile.

Fashion tips: l’elegante cravatta scura, gli occhiali, la pochette da taschino piegata con cura. Sono questi i protagonisti di questo stile. Se si indossano gli occhiali da vista, la giusta montatura punta sui volumi.

giuseppecacciafeda

Pogonofilo convinto – da ben prima che diventasse di tendenza -, girovago per curiosità, boho per vocazione. Nato nel ’90 e innamorato delle immagini fané in stile 60s, sono fermamente convinto che un tocco di decadenza renda ogni cosa più elegante. I miei studi sono stati di stampo umanistico, ma l’adorazione per la moda e il “bello” mi hanno spinto sempre a muovermi professionalmente all’interno di tali ambiti. Progetti per il futuro? Molti, moltissimi, in progress. Voglia di girare il mondo, spirito di osservazione, una buona dose di creatività e intuito, l’impulso irrefrenabile di fotografare tutto ciò che mi circonda: il cool hunting è la mia passione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*