Home / MODA / AZIENDE / Buon Compleanno Luisa Spagnoli: il noto brand umbro compie 90 anni!

Buon Compleanno Luisa Spagnoli: il noto brand umbro compie 90 anni!

Grandi preparativi per l’evento che celebra i 90 del noto brand  Luisa Spagnoli. I festeggiamenti si terranno in questi giorni a Milano durante la settimana della moda (18-24 settembre).

perugia, bacio perugina, Luisa Spagnoli, Nicoletta Spagnoli, brand, marchio, azienda, angora, sfilata, moda, fashion, defilé, passerella, milano fashion week, mfwLuisa  Spagnoli, azienda leader nel settore dell’abbigliamento femminile, si appresta a festeggiare il proprio anniversario con una sfilata celebrativa, la prima nella storia del marchio.

Il 18 settembre Palazzo Reale, in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda di Carlo Capasa, accoglierà un defilé tradizionale e innovativo. Un vero ervento capace di raccontare la grande storia del brand, ma soprattutto della grande donna che l’ha ideato e ispirato.

“Più volte, chiudendo gli occhi, ho immaginato che la mia bisnonna, fondatrice del marchio, potesse sedersi in prima fila alla sfilata”, racconta Nicoletta Spagnoli, amministratore delegato dell’azienda e stilista dal 1986. “Le sembrerebbe strano: alla sua epoca, specie in Italia, non si sapeva quasi cosa fosse una sfilata. Ma era una donna molto avanti, in ogni senso, rispetto ai suoi tempi”perugia, bacio perugina, Luisa Spagnoli, Nicoletta Spagnoli, brand, marchio, azienda, angora, sfilata, moda, fashion, defilé, passerella, milano fashion week, mfw

Un brand che, fin da subito, ha saputo cogliere e anticipare i cambiamenti della moda femminile senza mai tradire la sua anima e lo spirito della donna che l’ha creato. E oggi, sotto l’affermata guida di Nicoletta, è pronto a rinnovarsi anche con collezioni dai tratti attraenti e innovativi.

Un graduale processo di restyling del prodotto che punta ad una clientela sempre più giovane e di tendenza, senza mai dimenticare le origini e la tradizione.

Innovazione, memoria e manifattura, quindi, sono le parole chiave che la stessa Luisa Sorgentini in Spagnoli, nel 1928, aveva pensato per la realizzazione di scialli, boleri e indumenti pregiati in lana d’angora, ricavata dalla pettinatura dei suoi conigli, senza che questi venissero tosati o uccisi. Luisa Spagnoli, infatti, dopo aver inventato il famosissimo “Bacio Perugina” nel 1907 (chiamato inizialmente “Cazzotto”), punta sull’abbigliamento.

Nel 1940 arriverà anche l’apertura del primo negozio monomarca a Perugia (seguiranno Firenze, Roma, Venezia, Napoli e Milano), fino a raggiungere i mercati esteri negli anni ’50 sotto la guida di Lino, figlio di Mario.

Ma saranno gli anni ’60 a segnare la vera svolta: gli investimenti tecnologici e la catena di montaggio saranno fondamentali per la realizzazione di nuovi capi con tessuti innovativi come il merinfleur, il nido d’ape, il jersey di lana e cotone o, ancora, l’angolmere, da loro stessi brevettato e, ancora oggi, punto forte dell’azienda.

In questi anni anche dive come Anna Magnani, Elsa Martinelli o Dalida vestono Luisa Spagnoli.

Dagli anni ’70 il brand, sempre al passo con i tempi, vive momenti di grande produzione, innovazione ed espansione, gli stessi che, ancora oggi, propone Nicoletta :“Chi corre verso il futuro dimenticando il suo passato smarrisce la propria identità”. 

Inoltre il 18 settembre uscirà anche una monografia, pubblicata da Rizzoli, in cui si ripercorrono le numerose tappe del marchio perugino, in quasi un secolo di vita.

Si racconta la storia dell’azienda attraverso bozzetti, illustrazioni, foto storiche e immagini da catalogo. Personaggi illustri della storia dello star system come Sophia Loren, fino alle regalità più contemporanee come la duchessa di Cambridge, Kate Middleton.

Così questa prima passerella ci proporrà capi iconici attualizzati. Qualità del tessuto, classicità, eleganza delle linee, armonia dei colori e bellezza delle forme, che da sempre caratterizzano il brand a gestione familiare, saranno lo scenario di una sfilata basata sul mito di una femminilità ancora attuale.

“Credo che la mia bisnonna sarebbe molto orgogliosa e si godrebbe lo spettacolo”, conclude Nicoletta Spagnoli.

Emanuela Fanale

Amante della moda e dell’arte sartoriale fin da bambina, crescendo si appassiona anche al mondo della letteratura e dell’arte. Ed ecco il connubio perfetto: raccontare la moda attraverso la scrittura, raccontarne le origini, le sfaccettature della sua storia, lo stretto legame con le diverse forme d’arte, la letteratura, l’antropologia e la contemporaneità: una realtà sempre in evoluzione e in divenire. Da qui gli studi classici e due lauree: una Triennale presso lo STAMS (Scienze e Tecnologie dell’Arte, dello Spettacolo e della Moda) dell’Università di Palermo e una Laurea Magistrale in Scritture della Moda presso l’Università di Bologna, senza mai tralasciare la passione per l’arte del cucito. Nel 2013 il bisogno di raccontare la moda attraverso la scrittura si concretizza con la realizzazione di un blog personale di storia del costume, della moda e dell’arte: http://sidney-bri.blogspot.it/ , un vero e proprio spazio personale per mettersi in gioco con grande passione ed entusiasmo. Solare, grintosa, ottimista per natura, ma anche molto introversa. Tra le passioni la musica, i concerti, ogni forma di danza e di arte, il vintage e soprattutto la Sicilia. Vivere con l’idea e la voglia di scoprire il mondo e l’uomo attraverso gli occhi spensierati della moda.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*