Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

La stagione 2018 dinamica e sorprendente del teatro Patafisico.

23 novembre 2017 @ 20:30 - 20 maggio 2018 @ 18:00

Sta per tornare ad aprirsi il sipario del Piccolo Teatro Patafisico. La nuova stagione  parte il 23 novembre 2017, con le cene patafisiche, e finisce a giugno 2018.

Quest’anno si festeggia l’ottavo anno consecutivo e complice la direzione artistica sempre spumeggiante e carica di entusiasmo quest’anno la stagione è ricca di spettacoli per grandi e piccini, pieçe teatrali, performance artistiche, reading, festival, feste e cene. 
La nuova stagione  parte il 23 novembre 2017, con le cene patafisiche, e finisce a giugno 2018. Il cartellone con gli spettacoli per bambini è già iniziato domenica 8 ottobre e il prossimo spettacolo sarà il 12 novembre con Lo specchio sincero, una produzione Quinto Equilibrio. Tutto condito da una forte impronta patafisica, ovviamente. 

La Patafisica è la scienza delle soluzioni immaginarie che spesso viene in soccorso del piccolo Teatro Patafisico e dei suoi fondatori che, ricordiamo, essere due giovani donne palermitane: Rossella Pizzuto e Laura Scavuzzo

Dopo un’attenta opera di ricerca e di selezione si è arrivati ad avere un cartellone con ben diciannove spettacoli per adulti e un cartellone per i più piccoli con tredici spettacoli. Diversi quest’anno i nomi in cartellone tra palermitani, siciliani e non. Tutti artisti affermati sulla scena nazionale e internazionale, che presenteranno tante nuove produzioni e progetti speciali.

Si annoverano Giuseppe Cutino con lo spettacolo dal titolo Volevo Dirti scritto da Sabrina Petyx. Salvino Calatabiano e Vito Bartucca, maestri del teatro di marionetta e dei burattini, che oltre agli innumerevoli spettacoli per bambini (tra cui Gamberino e i viaggi di Gulliver) quest’anno coinvolgeranno gli adulti in uno spettacolo di marionette ispirato ad Amore e Psiche nel giorno di San Valentino. Per la produzione della compagnia Nave Argo sarà in scena in aprile lo spettacolo di stampo storico-civile Di Concetta e le sue donne. Claudio Morici e Daniele Parisi propongono un reading teatrale dal titolo Lui & Leila.

Il danzatore e performare Giuseppe Muscarello presenta nel mese di gennaio due assoli di danza Gengé e Dida (con la collaborazione di   Federica Marullo) facenti parte del progetto artistico di Muxarte sul tema dell’identità. In febbraio invece tocca alla coreografa Giovanna Velardi con il suo Flexing Heart.

Tra le produzioni originali del teatro Natale in casa Ubu spettacolo di teatro sensoriale per gruppi di 15 spettatori, la fiaba spettacolo per bambini Nevina e Fiordaprile. 

Due gli eventi speciali realizzati dal teatro Patafisico in collaborazione con il Centro Diurno Casa del Sole del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo. Si tratta de I non luoghi di Maria, un’esposizione di 20 opere d’Arte amplificati da performance di danza, canto, musica e recitazione. A cura della compagnia i Clandestini da una provocazione di Rocco Micale (il 30 novembre 2017). Nel maggio 2018 segue i Sette contro Tebe reloded nato all’interno dei laboratori di arte terapia condotti dal Dr. Giovanni Mendola.

Tre i Festival ormai riconosciuti a livello nazionale: Il Minino Teatro Festival, festival di corti teatrali; SorsiCorti, festival internazionale che mette insieme buon vino e cortometraggi;  Conformazioni, festival di performance e danza (in collaborazione con il coreografo e performare Giuseppe Muscarello).
Il Piccolo Teatro Patafisico nato nel 2010, dopo i primi anni itineranti in diversi luoghi di Palermo (tra cui anche una parruccheria), dal 2012 si trova dentro l’ospedale psichiatrico di via La Loggia, l’ex manicomio della città con il progetto Comunità Urbane Solidali.
Laura e Rossella  pensano di aprire un teatro off fuori dal centro storico, lontano dai soliti circuiti frequentati dai palermitani. Potrebbero sembrare un po’ matte o forse coraggiose? Certo è che loro ci credono fortemente, tanto da convincere tutti coloro che ruotano attorno al Piccolo Teatro a pensare sempre più in grande ed essere coraggiosi nelle scelte. Per questo il Teatro torna a stupire e commuovere, divertire ed emozionare, esattamente con lo stesso entusiasmo del primo giorno di apertura.
“Nella nostra bellissima e sfuggente Palermo – dicono le fondatrici – che sa accogliere come poche e respingere come solo lei sa fare, il nostro Patafisico si impegna ad essere un luogo accogliente e aperto, creativo e catalizzatore di innovazione e originalità dalla scena contemporanea.” Filo rosso del cartellone è la passione che muove le cose capace di grandi successi, grandi amori e feroci vendette.

L’organizzazione del Piccolo Teatro Patafisico dedica questa bella e nuova stagione, insieme a tutti gli artisti delle compagnie, a Vito Parrinello, al suo Teatro Ditirammu, con la speranza che Palermo impari a valorizzare le sue preziose risorse.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*