Home / CULTURA / CINEMA / Film in uscita al cinema del 23 novembre 2017

Film in uscita al cinema del 23 novembre 2017

Sono numerosi i film in uscita al cinema di questa settimana. Trame spesso spavalde, con un occhio al tema della genitorialità, effettiva o putativa.

uscite al cinemaObiettivi arditi questa settimana fra i film in uscita al cinema. Cogliamone le sfumature.

La vendetta muove Dylan O’Brien in American Assassin di Michael Cuesta: addolorato per la scomparsa della fidanzata in un attentato terroristico, s’addestra duramente con il veterano Michael Keaton per diventare spia. Gianluca Di Gennaro, invece, in Gramigna (di Sebastiano Rizzo) è “conteso” dall’onestà della madre (Teresa Saponangelo) e dalla malavita circostante (il padre Biagio Izzo è un ergastolano).

Perfino lo scoiattolo del sequel animato Nut Job – Tutto molto divertente (regia Cal Brunker) ingaggia una lotta impari: l’installazione di un luna park nella “sua” area verde; mentre Salemme, Rossi, Buccirosso, Filangieri e Tortora, protagonisti di Caccia al tesoro di Carlo Vanzina, cercano di coprire grosse spese con il furto d’una gemma. E se l’acuto Jaeden Lieberher ne Il libro di Henry (diretto da Colin Trevorrow) si cura della genitrice Naomi Watts e del fratellino Jacob Tremblay (coinvolgendoli nel salvataggio di una coetanea), Ellen Page, Diego Luna, Nina Dobrev, James Norton e Kiersey Clemons sono studenti di medicina che sfidano addirittura la morte in un competitivo esperimento nel remake Flatliners – Linea mortale di Niels Arden Oplev.

Ancora gioventù, fra le novità al cinema, ne Gli sdraiati di Francesca Archibugi, nel quale il giornalista Bisio tenta di comprendere il rampollo apparentemente pelandrone. Problematiche parentali pure ne Il figlio sospeso, di (e con) Egidio Termine, in cui il fotografo Paolo Briguglia risale alla verità sulle sue origini.

Altrove gli estranei Winslet ed Elba, guidati da Hany Abu-Assad, ne Il domani tra di noi sono sperduti sulle montagne innevate, poiché il velivolo che li trasportava è precipitato. Situazione spinosa anche in Detroit. Kathryn Bigelow vi ricostruisce le sanguinose rivolte degli afroamericani contro la polizia violenta nel 1967. Nel cast John Boyega e Will Poulter.

raxam

Essere avvolti dal buio, completamente proiettati verso un grande schermo sul quale si rincorrono immagini oggi squillanti, domani grigie, dopodomani mute, ma sempre in grado di creare cariche emotive più o meno durature, a volte perfino contrastanti. Sensazioni uguali e diverse delle quali Raxam non potrebbe fare a meno e della cui intensità propone la propria analisi. Condivisibile o meno, è comunque l'invito a non dimenticare un rito aggregativo e assai stimolante per la mente, perpetuatosi nonostante tutto per 120 anni: il cinema al cinema. E ragionarci su, o almeno provarci, non guasta mai.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*