Home / CUCINA / Pappardelle con gambero rosso di Mazara e pesto di erbette e pistacchi

Pappardelle con gambero rosso di Mazara e pesto di erbette e pistacchi

E’ giunta l’Epifania, l’ultima delle feste natalizie, e la voglia di sperimentare piatti innovativi e più leggeri si fa strada nelle nostre cucine. Dopo aver gustato e apprezzato innumerevoli piatti della tradizione, un primo a base di pesce locale è quello che ci vuole per concludere in bellezza queste feste. Protagonista del piatto presentato dal nostro chef Mario Puccio è il gambero rosso di Mazara, un’eccellenza del territorio dal gusto inconfondibile. Provare per credere!

12463514_10205378697763781_1965352024_n

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr di pappardelle ruvide
  • 400gr di gambero rosso rigorosamente di Mazara
  • 150 gr di pistacchi pelati
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1  mazzetto di menta
  • 1mazzetto di erba cipollina
  • Olio evo
  • 100gr di datterini
  • Sale e pepe qb
  • 1 bicchiere di vino

Procedimento

Cominciamo privando i gamberi del loro carapace e ,togliendo il filo dell’intestino, facciamo attenzione a non staccare le teste ,visto che contengono dei succhi molto gustosi che faranno parte della ricetta e quindi doneranno un gusto molto particolare al condimento. Sfogliamo le nostre erbette e ,dopo averle accuratamente lavate, le mettiamo nel bicchiere del frullatore assieme ai pistacchi, all’olio e gustiamo di sale e pepe;  frulliamo il tutto ottenendo un composto omogeneo. In una padella calda rosoliamo i gamberi facendoli caramellare bene,sfumiamo con il vino e dopo aggiungiamo i datterini già spellati e tagliati a metà . Cuociamo la pasta al dente,scoliamola e passiamola in padella con i gamberi . Aggiungiamo il nostro pesto,mantechiamo aggiungendo un filo d’olio e serviamo con una spolverata di granella di pistacchi.

Mario Puccio

Figlio d’arte, inizia da giovanissimo a cimentarsi tra i fornelli con uno sguardo all’innovazione sempre nel nome della qualità e della sua terra. Mario Puccio, chef di Palermo iscritto alla Federazione Italiana Cuochi, muove così i suoi primi passi in uno dei più antichi ristoranti di Palermo e provincia: il Ristorante Puccio. Con le idee ben chiare sin da subito, a 18 anni, appena conseguito il diploma alberghiero, intraprende i suoi viaggi culinari per carpire i segreti del mestiere e confrontarsi con chef di noti e rinomati alberghi e ristoranti francesi stellati. E’ qui che apprende i segreti della Nouvelle Cousine e della cucina francese in generale. Al ritorno dalla Francia, comincia a collaborare nel ristorante di famiglia mettendo a frutto quel bagaglio di competenze e conoscenze acquisite sia Oltralpe che durante gli anni di scuola passati accanto ai più grandi Maestri della cucina siciliana. La sua cucina è innovativa nelle tecniche ma legata ai prodotti del territorio nel nome della valorizzazione della dieta mediterranea. Oggi vive la realtà delle scuole alberghiere contribuendo a fare appassionare le giovani promesse. Riveste inoltre il ruolo di Capitano del Culinary team Palermo, squadra ufficiale dell’Associazione Cuochi e Pasticceri di Palermo, Vicepresidente dell’associazione provinciale cuochi e pasticceri di Palermo e membro della prestigiosa associazione Euro-Toque.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*