Home / BELLEZZA / Schiarire i capelli con la vitamina C – Il nostro metodo naturale, economico ed efficace

Schiarire i capelli con la vitamina C – Il nostro metodo naturale, economico ed efficace

Schiarire i capelli naturalmente in modo semplice ed efficace è possibile. Non rovina i capelli, è molto economico e agisce soprattutto sui capelli tinti ; stiamo parlando della schiaritura con la Vitamina C

Capiremo insieme se è un metodo adatto a noi e come realizzare il nostro trattamento personalizzato.

I metodi più conosciuti e usati per Schiarire i capelli schiarire i capelli senza bisogno del parrucchiere prevedono l’uso di: camomilla, birra, limone, miele, curcuma, zafferano, cannella etc.

La maggior parte di questi metodi non dà però garanzie sulla tonalità che si andrà effettivamente ad ottenere e talvolta agiscono in reazione al sole e al calore (come nel caso di birra e limone).

Le spezie tendono a riflessare temporaneamente e spesso regalano riflessi caldi; il miele è usato per idratare e riflettere la luce facendo apparire otticamente più chiari i capelli.

Schiarire i capelli

Vitamina C pura per schiarire i capelli

Ogni metodo ha i suoi pro e contro e in base all’effetto desiderato sarà opportuno sceglierne uno o un altro ma oggi parliamo di uno dei metodi meno conosciuti: la Vitamina C.

Pro: agisce su capelli tinti; non aggiunge colore o riflessi; elimina i danni di tinte passate; schiarisce naturalmente; permette di tornare gradualmente al proprio colore naturale; l’effetto è permanente e aumenta in rapporto al tempo di posa e al numero di trattamenti; è molto economico; lascia sui capelli un piacevole profumo di agrumi anche dopo diversi lavaggi.

L’acido ascorbico o vitamina C è uno schiarente ampiamente utilizzato in cosmesi e farmaceutica per trattare le discromie cutanee, nutrire e proteggere la pelle dai raggi UVA e UVB.

Agisce allo stesso modo sui capelli eliminando l’eccesso di pigmentazione artificiale. Sui capelli naturali agisce in misura molto ridotta, motivo per cui è bene aggiungere un tonalizzante o riflessante in base al risultato desiderato.

Contro: la schiaritura non è paragonabile ad un trattamento dal parrucchiere; l’effetto è graduale e comunque non drastico; se usata da sola tende a disidratare.

Vediamo insieme come realizzare la maschera per schiarire i capelli più adatta a noi.

Frantumare da 3 a 15 pastiglie di Schiarire i capelli vitamina C in base alla lunghezza dei capelli e al potere schiarente desiderato.

Va benissimo anche la Vitamina C in polvere sfusa o l’acido ascorbico puro.

Le pastiglie effervescenti vanno ugualmente bene a patto di contenere solo vitamina C; potrebbero infastidire le cuti più sensibili ma il risultato è lo stesso.

Schiarire i capelli

Composto base ottenuto con pastiglie effervescenti.

In una ciotola capiente mescolare la polvere ottenuta a mezzo bicchiere circa di shampoo leggero e che non stressi eccessivamente i capelli.

La quantità di shampoo dipende da quella della polvere.

La proporzione dovrebbe essere di una parte di polvere e due di shampoo fino a ottenere un composto spumoso e omogeneo.

Non dimentichiamo di aggiungere al composto una dose abbondante di maschera idratante, keratina, olio di cocco o argan.

Schiarire i capelli

È possibile usare una pellicola protettiva durante il tempo di posa per non far gocciolare il composto.

Basterà poi applicarlo sui capelli umidi e lasciare in posa da una a quattro ore in base alla schiaritura desiderata.

Qui inizia la personalizzazione.

La Vitamina C permette di schiarire i capelli ma non agisce direttamente sulla tonalità del colore. Non aggiunge riflessi. Per questo motivo se come me desiderate riflessi cenere potrete

Schiarire i capelli

Personalmente ho aggiunto uno shampoo tonalizzante anti giallo della Wella

aggiungere al composto uno shampoo tonalizzante o una maschera tonalizzante blu o viola (non pigmenti puri) e/o uno o due cucchiaini di zenzero. Se invece desiderate riflessi caldi e ramati potrete aggiungere le relative maschere tonalizzanti e/o zafferano o curcuma. Per riflessi castano chiaro va bene anche la cannella.

Ricordiamoci che l’effetto di maschere e spezie è temporaneo e andrà via dopo qualche shampoo.

Ciò che resterà è la schiaritura della Vitamina C. Risciacquare e procedere con la normale pulizia dei capelli.

Ripetere il trattamento non più di una volta a settimana e fino al raggiungimento del colore desiderato.

Schiarire i capelli

Da sinistra a destra: colore di partenza, schiaritura dopo una e due applicazioni di 4 ore con 15 pastiglie di vitamina C, tonalizzante anti giallo e maschera alla keratina.

E voi, avete già provato questo metodo? Che ne pensate? Buona schiaritura a tutti!

Giulia Marguglio

Giulia Marguglio, 29 anni, insegnante e pedagogista, a breve pedagogista clinico. Dopo tanti anni di lavoro con i bambini opera attualmente nel campo della salute mentale degli adulti. Spesso, schiacciati da mille impegni e accadimenti, dimentichiamo di prenderci cura di noi stessi e delle persone che ci circondano. Veniamo trascinati dagli eventi senza fermarci a riflettere, non riusciamo a comprendere cosa ci succede o come vivere maggiormente in equilibrio con noi stessi nella nostra realtà. Da qui il desiderio di condividere uno spazio dedicato al benessere che possa essere utile e al tempo stesso offrire spunti di riflessione su temi cari a tutti perché ci sono propri. Gli articoli non sostituiscono in nessun modo il consulto professionale di pedagogisti, psicoterapeuti e altri professionisti dell'aiuto alla persona.

14 commenti

  1. Ciao! Io ho fatto l’henne ad aprile..ormai L ho coperto con varie tinte e schiariture (dal parrucchiere ) .pensi che la vitamina c potrebbe reagire male ?

    • Giulia Marguglio

      Ciao Lucia. la Vitamina C è spesso molto usata proprio per eliminare i segni dell’hennè. Tieni conto che agisce gradualmente. Nel caso di diverse colorazioni andrà ad eliminarle a poco a poco fino a raggiungere nuovamente il tuo colore naturale. Agisce eliminando pigmenti per cui se da castana hai tolto pigmenti con la decolorazione per diventare bionda, la Vitamina C non ti ridara’ il tuo colore. In questo caso non è il metodo adatto a te. Se invece vuoi schiarire una decolorazione probabilmente il risultato somigliera’ a quello di una decolorazione ossidata. Se hai ancora qualche dubbio non esitare a chiedere.

      • Si io vorrei schiarire ancora un pochino le radici senza andare a decolorare di nuovo i capelli per evitare di rovinarli ancora ..dici che funzionerebbe?
        Sei stata gentilissima comunque 😀

        • Giulia Marguglio

          Ciao Lucia. Perdonami ma mi sono appena accorta di non aver risposto al tuo ultimo commento.
          Per schiarire ancora un po’ la decolorazione penso potrebbe funzionare. Effettivamente non schiarirà il colore ma dovrebbe poterti dare un riflesso più ‘ossidato’ che in genere i parrucchieri odiano ma personalmente adoro😅.
          Devi stare però attentissima alla cura dei capelli. Saranno probabilmente indeboliti e secchi in seguito alla decolorazione quindi ti serve oculatezza nell’uso della vitamina C (consiglio sempre di provare su una ciocca interna per vedere come reagisce il capello) e bombe idratanti (maschere di keratina o Argan, impacchi re idratanti anche naturali).

  2. Io ho fatto dei colpi di sole qualche mese fa e ora vorrei schiarire un po’ i capelli e renderli più omogenei! Posso usare questo metodo? O rischio che la parte già decolorata diventi ancora più chiara mentre sulla parte col mio colore naturale resti scuro?

    • Giulia Marguglio

      Ciao Gio,in linea di massima la vitamina C agisce sui capelli colorati andando a rimuovere parte della pigmentazione. Scarica il colore. Non sono certa di come possa agire sulla decolorazione credo agirebbe piuttosto andando a raffreddare l’eventuale tonalizzante fatto. Dipende anche dal tuo colore naturale e dalla storia delle tue colorazioni. Per le bionde naturali è più semplice e prevedibile il risultato.
      Puoi provare l’effetto su una piccola ciocca interna prendendo capelli naturali e decolorati in modo da verificarne il risultato finale.
      Se vuoi provare questo metodo ti consiglio di aggiungere una buona parte idratante al composto. La decolorazione rende i capelli più sensibili e la vitamina C pura rischierebbe di stressarli ulteriormente.

  3. Ciao !! Io ho fatto una tintura di recente che anziché riflessi cenere mi ha portato riflessi ramati sulla radice castana soprattutto.. le chiome erano schiarite da varie tinte .. secondo te se uso questo metodo posso ottenere un buon risultato , soprattutto in termini di riduzione di riflessi rossi ? Grazie ..

    • Giulia Marguglio

      Ciao Grazia. Si. Dovrebbe togliere parte dei riflessi e il colore dell’ultimo colore fatto. Dovrebbe spegnere il colore ma è possibile che oltre ai riflessi porti via anche un po’ della tintura. La reazione dipende anche dalla porosità del tuo capello. Per essere più tranquilla ti consiglio di provare su una ciocca interna e vedere il risultato ma credo che questo metodo potrebbe aiutarti.
      Invece un consiglio per ottenere riflessi cenere. Purtroppo soprattutto per le ragazze coi capelli castani è difficilissimo ottenere il cenere a casa ma non conosco nessuno che ci sia arrivata con le tinture. Credo si debba ricorrere comunque alla saggia decolorazione dal parrucchiere e puoi mantenere il cenere con tonalizzante anti giallo (un viola o blu tenuto molto in posa o anche un grigio perla tenuto meno).
      La vitamina c può aiutarti a cancellare la stratificazione dei colori e riportarti più vicina al tuo colore originale applicazione dopo applicazione in base all’effetto che desideri.
      Se deciderai di provare non dimenticare di prevedere una buona maschera o impacco idratante post utilizzo. Applica il prodotto nelle zone che vuoi modificare. Se ti interessa sistemare solo le radici ma le lunghezze ti soddisfano applica la vitamina C solo alle radici.
      In bocca al lupo.😊

  4. Ciao, grazie dei consigli. Sto cercando di far scaricare l’hennè. Volevo chiederti se la pappetta di shampoo e vit c è da spalmare sui capelli umidi o asciutti e se posso tenere il tutto coperto col casco da parrucchiera X tenerlo in caldo. Di solito con gli impacchi in inverno faccio così, ma ho il dubbio che la vitamina si degradi col calore.

  5. Ciao Giulia!
    Data la tua disponibilità ne approfitto anche io per chiederti anche io un consiglio 🙂

    La mia base di colore naturale è castano chiaro/biondo cenere scuro, ed ho i capelli lunghi.
    Ho fatto circa un anno e mezzo fa una decolorazione leggera su tutti i capelli e molto forte sulle punte, dopo ho fatto il colore argento. Inizialmente era stupendo, col tempo però mi si sono spezzati i capelli e ho perso circa 10 cm di lunghezza.
    Amo l’argento e mi piacerebbe tanto poterlo rifare, ma so già che rifacendo una decolorazione intensiva che mi porti ad una schiaritura necessaria per poter applicare l’argento, mi si spezzerebbero di nuovo i capelli e perderei di nuovo la lunghezza.
    Ti chiedo quindi, secondo te potrei provare con la vitamina C, in modo da raggiungere una base chiara al punto da poterci mettere poi su l’argento?

    Grazie mille 🙂

  6. Ciao Giulia!
    Data la tua disponibilità ne approfitto anche io per chiederti anche io un consiglio 🙂

    La mia base di colore naturale è castano chiaro/biondo cenere scuro, ed ho i capelli lunghi.
    Ho fatto circa un anno e mezzo fa una decolorazione leggera su tutti i capelli e molto forte sulle punte, dopo ho fatto il colore argento. Inizialmente era stupendo, col tempo però mi si sono spezzati i capelli e ho perso circa 10 cm di lunghezza.
    Amo l’argento e mi piacerebbe tanto poterlo rifare, ma so già che rifacendo una decolorazione intensiva che mi porti ad una schiaritura necessaria per poter applicare l’argento, mi si spezzerebbero di nuovo i capelli e perderei di nuovo la lunghezza.
    Ti chiedo quindi, secondo te potrei provare con la vitamina C, in modo da raggiungere una base chiara al punto da poterci mettere poi su l’argento?

    Grazie mille 🙂

  7. A me non ha lasciato nessun “piacevole profumo di agrumi anche dopo diversi lavaggi”, in compenso posso testimoniare che il metodo funziona egregiamente anche sui capelli tinti stratificati. Mentre ero in posa ho infilato della carta da cucina piegata lungo il perimetro tra pellicola e il viso/collo, per arginare lo sgocciolamento, quando l’ho tolta, la carta era tutta macchiata di tinta!!
    Io ho l’impressione che un lungo tempo di posa sia inutile, secondo me superate le due ore la vitamina c non va più in là come potere schiarente, ed anzi contribuisce solo a lasciarti i capelli più stopposi.

    • Ciao Anna..
      Mentre scrivo sono al sole con la “pappetta” di vit c in testa! Quello che hai scritto mi rincuora… settimana scorsa ho clamorosamente sbagliato colore della tinta (semipermanente, per fortuna). Io, al naturale, ho i capelli castani con riflessi dorati/rossicci, ma, ahimè, qualche capello bianco. Ho fatto la tinta Movida di Garnier, con cui mi sono sempre trovata bene, ma al posto di comprare il colore castano chiaro, ho preso il castano scuro per sbaglio! Beh, fatta la tinta, mi accorgo che i capelli non erano nemmeno castano scuro, bensì mi sono venuti NERI!!!!!! Proprio non mi vedo con questo colore! Per fortuna la tinta non è permanente, ma il nero è difficile da mandar via… allora è da due giorni che faccio il trattamento con la “pappetta” di vitamina c. Però con me non ha avuto lo stesso successo che descrivi tu. :'( ieri mentre risciacquavo i capelli, vedevo l’acqua un pochino colorata (ma poco), però poi i miei capelli erano sempre neri… ora ti vorrei chiedere: tu quante pastiglie di vitamina c hai usato per avere quel risultato? E sei stata al sole nelle due ore di posa? Grazie!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*