Home / CUCINA / Sfoglia con crema di ricotta e miele di fichi

Sfoglia con crema di ricotta e miele di fichi

Arriva il weekend e torna la voglia di sperimentare in cucina. Che ne pensate di preparare una “Sfoglia con crema di ricotta e miele di fichi”?Le vostre papille gustative vi ringrazieranno

Ebbene sì, il tanto atteso weekend è arrivato e, si sa, la tentazione di preparare qualcosa di buono con la quale premiarsi dopo una lunga settimana di studio o di lavoro è forte più che mai. Il nostro chef Mario Puccio per l’occasione ci propone un dolce davvero irresistibile, la “Sfoglia con crema di ricotta e miele di fichi” , da mangiare seduti comodamente sul divano di casa guardando un film , oppure da proporre ad amici e parenti per il pranzo domenicale. Come sempre, pochi e semplici ingredienti che esprimono un’esplosione di gusto e creatività.

12804096_10205729054162472_190944292_n

 

Ingredienti per 4 persone

  • 500 gr di pasta sfoglia
  • 2 uova
  • 300 gr di ricotta fresca di pecora
  • 60 gr di gocce di cioccolato
  • 120 gr di zucchero
  • 8 fichi neri
  • Cannella
  • Vaniglia
  • Miele di fichi

Procedimento

Stendiamo la pasta sfoglia  dello spessore di un centimetro con l’aiuto di un matterello , facendo attenzione a non fare fuoriuscire il grasso contenuto all’interno dell’impasto.
Intanto, mescoliamo lo zucchero alla ricotta e aromatizziamo con la vaniglia; lasciamo riposare per un po’ e quindi passiamo al setaccio il composto , unendovi  le goccine di cioccolato.
Ricaviamo dalla pasta stesa dei quadrati di pasta molto regolari, disponiamogli sopra una quantità di ricotta, i fichi neri tagliati a quarti e  spolveriamo con cannella. Passiamo alla chiusura spennellando i bordi con dell’uovo sbattuto per farvi aderire un altro quadrato di sfoglia della stessa grandezza del primo, su cui però avremo praticato le classiche incisioni con l’aiuto di un rullo. Spennelliamo il dolce con l’uovo rimasto, spolveriamo con lo zucchero semolato e cuociamo in forno a 180° gradi per circa 20 minuti. Serviamo il dolce con dello zucchero a velo e del miele di fichi.

Mario Puccio

Figlio d’arte, inizia da giovanissimo a cimentarsi tra i fornelli con uno sguardo all’innovazione sempre nel nome della qualità e della sua terra. Mario Puccio, chef di Palermo iscritto alla Federazione Italiana Cuochi, muove così i suoi primi passi in uno dei più antichi ristoranti di Palermo e provincia: il Ristorante Puccio. Con le idee ben chiare sin da subito, a 18 anni, appena conseguito il diploma alberghiero, intraprende i suoi viaggi culinari per carpire i segreti del mestiere e confrontarsi con chef di noti e rinomati alberghi e ristoranti francesi stellati. E’ qui che apprende i segreti della Nouvelle Cousine e della cucina francese in generale. Al ritorno dalla Francia, comincia a collaborare nel ristorante di famiglia mettendo a frutto quel bagaglio di competenze e conoscenze acquisite sia Oltralpe che durante gli anni di scuola passati accanto ai più grandi Maestri della cucina siciliana. La sua cucina è innovativa nelle tecniche ma legata ai prodotti del territorio nel nome della valorizzazione della dieta mediterranea. Oggi vive la realtà delle scuole alberghiere contribuendo a fare appassionare le giovani promesse. Riveste inoltre il ruolo di Capitano del Culinary team Palermo, squadra ufficiale dell’Associazione Cuochi e Pasticceri di Palermo, Vicepresidente dell’associazione provinciale cuochi e pasticceri di Palermo e membro della prestigiosa associazione Euro-Toque.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*