Home / CULTURA / CINEMA / Uscite al cinema del 20 febbraio 2020

Uscite al cinema del 20 febbraio 2020

Sogni, crimini, avventura, musica: tra le uscite al cinema in questi giorni ci sono degli elementi che ritornano. E non si può dire che ci sia penuria di sfumature.

Desideri di un’esistenza diversa/migliore e scene spettacolari sigillano le uscite al cinema. Scrutiamoli.

L’hotel degli amori smarriti di Christophe Honoré con Chiara Mastroianni e Vincent Lacoste narra d’una coppia scoppiata per l’infedeltà della moglie, la quale si sposta nell’albergo di fronte casa dove rivive (e discute con) il passato.

In Lontano lontano di e con Gianni Di Gregorio (accompagnato da Colangeli e dal compianto Fantastichini) tre anziani signori guardano invece al futuro: stanchi di routine e ristrettezze, progettano di trasferirsi all’estero. E altrove – in Russia – finiscono pure De Sica, Ghini, Finocchiaro e Rossi ne La mia banda suona il pop di Fausto Brizzi: gruppo ormai sciolto riunito per volere d’un riccone. tramite un’emissaria (Stefanenko) che tratta con il vecchio manager (Abatantuono). Dietro l’evento, a insaputa dei musicisti, c’è un losco affare.

Agisce più miratamente Ricardo Darín in Criminali come noi di Sebastián Borensztein: gabbati (all’epoca della crisi argentina) dalla banca che doveva finanziarli, dei lavoratori pianificano un furto “riparatore”. Malefatte peggiori in Cattive acque, firmato da Todd Haynes. L’avvocato Ruffalo perora la causa della popolazione avvelenata da una multinazionale (storia vera, nel cast Hathaway e Robbins).

Chiamiamo la polizia: tornano per la terza volta gli spicci agenti Will Smith e Martin Lawrence in Bad Boys for Life (regia Adil & Bilall), il primo oggetto d’una vendetta, il secondo anelante alla pensione. Per chi predilige l’avventura più tradizionale c’è Harrison Ford nella rilettura del classico di London Il richiamo della foresta (girato da Chris Sanders), protagonista un cane domestico divenuto capobranco durante la corsa all’oro. Altri animali nel musical di Tom Hooper (da Webber) Cats, ultimo dei nuovi arrivi al cinema con Swift, Corden, Dench, McKellen, Elba, Wilson, Hudson: una festa felina in cui un eletto salirà in cielo.

raxam

Essere avvolti dal buio, completamente proiettati verso un grande schermo sul quale si rincorrono immagini oggi squillanti, domani grigie, dopodomani mute, ma sempre in grado di creare cariche emotive più o meno durature, a volte perfino contrastanti. Sensazioni uguali e diverse delle quali Raxam non potrebbe fare a meno e della cui intensità propone la propria analisi. Condivisibile o meno, è comunque l'invito a non dimenticare un rito aggregativo e assai stimolante per la mente, perpetuatosi nonostante tutto per 120 anni: il cinema al cinema. E ragionarci su, o almeno provarci, non guasta mai.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*