Home / CULTURA / “Diamoci del tu”, al Teatro Carcano la coppia De Caro-Galiena

“Diamoci del tu”, al Teatro Carcano la coppia De Caro-Galiena

Enzo De Caro e Anna Galiena mettono in scena “Diamoci del tu” al Teatro Carcano di Milano. Una commedia del 2012 che porta la firma dello scrittore canadese Norm Foster.

28 anni, due vite, troppe parole non dette. Se si dovesse sintetizzare al massimo la trama di “Diamoci del tu”, commedia di Norm Foster in scena fino a domenica 13 novembre al Teatro Carcano di Milano, non servirebbe aggiungere altro.

David e Lucy vivono sotto lo stesso tetto da quasi tre decenni. Lui è uno scrittore di successo con diversi matrimoni alle spalle e lei è la sua governante, una donna apparentemente semplice ma di buona cultura, dotata di ironia e di un ottimo spirito di osservazione.

teatro Carcano

Le loro due vite scorrono parallele, ognuna vissuta nella quasi indifferenza reciproca. Due vite che celano storie intense fatte di sofferenza, solitudine e silenzi. 28 anni volati via, giorno dopo giorno, consumando un rapporto da estranei e poi, una notte, tutto cambia.

David trattiene Lucy desideroso di conoscere qualcosa in più su quella donna che vive in casa sua e che quelle mura le conosce meglio di lui.
Lucy, oltre a essere edotta sull’ appartamento, come conosce bene anche quell’uomo che di lei invece non ricorda neppure il nome.

Un susseguirsi di battute, un ritmo che incalza, una confidenza crescente. Il tutto sapientemente condito e rappresentato da Enzo De Caro e Anna Galiena per la regia di Emanuela Giordano. Un’ilarità, quella tra i due, che tocca anche corde amare e malinconiche. Un buttar giù le maschere, un ammettere a sé stessi delle verità scomode, come quella di essere fondamentalmente soli.

Una scenografia minimal è sufficiente laddove a riempire la scena ci sono i protagonisti che con i loro racconti e le loro confessioni recuperano 28 anni nell’arco di poche ore. Muri, segreti e fragilità crollano durante la notte. Col sorgere del sole tutto torna come prima, si ritorna a darsi del lei, si torna al rapporto capo-dipendente. Tutto esattamente come prima, tranne per una cosa. La consapevolezza di quella che è la vera esistenza l’uno dell’altra: un distacco apparente, una formale intimità.

Per info e biglietti visitate il sito del Teatro Carcano cliccando qui.

Gaia Guarino

Palermitana di nascita ma milanese d'adozione, si laurea in Economia aziendale presso l'Università Commerciale Luigi Bocconi e si specializza in Economics and management in Arts, Culture, Media and Entertainment. Ha lavorato nella moda e in pubblicità per donarsi infine all'ambito della comunicazione a 360°. È letteralmente innamorata di tutto ciò che richieda uno sforzo creativo e che permetta di unire logica ed emozione. Ama viaggiare perché ritiene sia il miglior modo per imparare dagli altri, scrive per condividere i suoi pensieri, scatta fotografie per raccontare ciò che le accade intorno, recita per scoprire se stessa attraverso i personaggi che incontra nei testi. Ha fondato il blog La cena dei creativi e parallelamente si dedica al teatro e al mondo dello spettacolo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*