Home / MODA / Giacca di pelle biker, dalla moto alla città

Giacca di pelle biker, dalla moto alla città

Dagli anni Venti ad oggi, abbiamo visto giacche in pelle ovunque da “Il Selvaggio” ai Sex Pistols, da “Top Gun” a “Fight Club”. Un classico capo iconico per anticonformisti sex symbols.

Pochi capi d’abbigliamento maschile sono simbolo di carattere come la giacca di pelle: un vero e proprio patrimonio culturale senza tempo. Sinonimo di punk e piloti d’aereo, motociclisti e Marlon Brando, la giacca di pelle biker è un capo ad alto tasso di testosterone, ma anche un classico sorprendentemente versatile. In poche parole, tutti noi ne abbiamo bisogno nel nostro guardaroba.

Gli uomini hanno indossato pelli e pellami sin dal tardo Paleolitico, ma la giacca di pelle – per come la conosciamo noi oggi – ha fatto la sua prima apparizione agli inizi del Novecento. Le giacche di pelle biker marrone sono state indossate dai primi aviatori e militari, soprattutto la Forza aerea tedesca nella Prima Guerra Mondiale.

Il primo modello contemporaneo è arrivato nel 1928, quando Irving Schott, un produttore di soprabiti impermeabili, a Manhattan progetta una giacca per motociclisti per conto della Harley Davidson. Soprannominato “Perfecto”, questo capo è stato ideato per proteggere chi lo indossa da incidenti ed elementi meteorologici avversi.

Certamente, la giacca di pelle biker evoca immagini senza-tempo direttamente dall’età d’oro della “vecchia Hollywood”, di ragazzacci ribelli e  rockers degli anni ’70, ma esistono modi più freschi e contemporanei (e sperimentali) per indossare oggi un biker. Dunque se non consideri Danny Zuko un’icona di stile, vediamo insieme tutti gli altri modi per indossare la giacca di pelle.

Smart Boy

Sia che si tratti di un cocktail party o un appuntamento romantico, è arrivato il momento di svecchiare il classico dresscode elegante concedendosi un inaspettato tocco di raffinatezza anticonformista.

Perché dunque non scambiare un blazer con una giacca di pelle dal taglio sofisticato? Se la indossi con una camicia bianca e un paio di Derbies nere, una giacca biker agisce come un accento contemporaneo e sorprendentemente acuto per il tuo look.

Modern Rocker

Il biker di pelle biker è senza dubbio un pezzo-chiave nell’arsenale di giacche di una rockstar. E dato il tocco cool “a sforzo zero” che la giacca di pelle conferisce a ogni outfit, non è difficile capirne il perché.

Ma piuttosto che scegliere la solita via tradizionale dell’immaginario rock – quasi da cliché – , opta per una camicia eccentrica (ma comunque di gusto, ça va sans dire), un paio di jeans strappati  e invecchiati e un paio di stivali di pelle.

Spring Street

Se non vuoi seguire in tutto e per tutto il look alla Marlon Brando, il modo più semplice per equilibrare i toni ribelli e rudi della giacca di pelle biker, puoi contrastarlo con la stampa più fresca e delicata che ci sia: il floreale.

Riccardo Tisci ha creato per Givenchy splendide giacche di pelle monocromatiche decorate con raffinati fiori. Ma si possono trovare valide alternative a prezzi più accessibili su ASOS, Topman, da Mango o River Island. Abbina con chinos/jeans bianchi e sneakers per un risultato ricercato, fresco e di grande effetto.

Strato su strato

Fluide t-shirt, camicie in flanella, capi di magliera oversize, giacche in denim. Mix di stampe e colori e tessuti. Tutto concorre a creare un equilibrio sapientemente studiato, molto pratico per affrontare temperature di ogni genere.

 

Quanto dovremmo spendere per una giacca di pelle biker?

Ci sono tante, tantissime fasce di prezzo. Generalmente, regola vuole che la qualità di un prodotto sia direttamente proporzionale al suo costo.

Ciò che determina la scelta del modello – e del tessuto – della giacca è ciò che ci si aspetta da essa. Se si desidera qualcosa di morbido, si preferisca il vitello o l’agnello, ma considera che questi materiali dureranno non troppo tempo, rispetto ai materiali tradizionalmente utilizzati per un biker. Oltre che al materiale, bisogna far attenzione alla qualità delle zip, dei bottoni e delle cuciture – che solitamente nei capi fatti di pelle vera sono ridotte al minimo indispensabile. Le zip devono scorrere in modo liscio e i bottoni saranno fatti di materiali naturali, come il corno, la madreperla e il corozo.

Se il tuo budget è limitato, le pelli “top grain” sono l’ideale. Ancora più convenienti sono le alternative come il poliuretano o il PVC, che soddisferanno anche quelli fra noi che non vogliono utilizzare pelli di animali.

giuseppecacciafeda

Pogonofilo convinto – da ben prima che diventasse di tendenza -, girovago per curiosità, boho per vocazione. Nato nel ’90 e innamorato delle immagini fané in stile 60s, sono fermamente convinto che un tocco di decadenza renda ogni cosa più elegante. I miei studi sono stati di stampo umanistico, ma l’adorazione per la moda e il “bello” mi hanno spinto sempre a muovermi professionalmente all’interno di tali ambiti. Progetti per il futuro? Molti, moltissimi, in progress. Voglia di girare il mondo, spirito di osservazione, una buona dose di creatività e intuito, l’impulso irrefrenabile di fotografare tutto ciò che mi circonda: il cool hunting è la mia passione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*